Bello, buono, bravo o bene?

BELLO BRAVO BUONO O BELLO IN ITALIANO

Se sei capitato in questo post probabilmente ti starai chiedendo anche tu qual è la differenza tra buono, bene, bravo e bello.

Allora non preoccuparti, ti basterà continuare a leggere l’articolo per imparare a usare queste parole che in genere causano tanta confusione! In effetti, tutte queste parole sono usate per esprimere un giudizio positivo su una cosa o un’azione, e spesso gli italiani sono in grado di scoprire che sei straniero perché usi queste parole nel modo sbagliato. In questo articolo, proverò a mostrarti alcune semplici regole e come usare queste parole in modo che tu possa cominciare a parlare come un nativo italiano.

If you want to change language to the article click on “Select your language” on the right side of the screen if you’re on desktop mode or at the bottom of the page if you’re on mobile.

Possiamo cominciare col dire che bello, buono, bravo e sono degli aggettivi. Bene, invece è un avverbio.

Bello

Il primo aggettivo di cui parleremo è bello perché è il più semplice di tutti. Si riferisce all’aspetto estetico di un sostantivo o di una persona. Si tratta di un aggettivo quindi dobbiamo concordarlo in genere e numero con la persona a cui si riferisce:

genere/numerosingolare plurale
maschilebellobelli
femminilebellabelle

È stata una bella festa, mi sono divertita!

L’unica difficoltà che potrete incontrare nell’utilizzare questo aggettivo è il fatto che, se messo prima del nome, segue gli articoli determinativi il, lo, l’, la, i, gli, le:

Il gatto —> Un bel gatto

Lo zaino —> Un bello zaino

L‘ombrello —> Un bell‘ombrello

La casa —> Una bella casa

I mobili —> Dei bei mobili

Gli animali —> Dei begli animali

Le ferie —> Delle belle ferie

Buono

Questo aggettivo può avere diversi significati e usi:

1- Se usato in riferimento a persone, vogliamo dire che sono persone gentili che non farebbero del male a nessuno (letteralmente e metaforicamente parlando). Come abbiamo già detto si tratta di un aggettivo, ciò significa che dobbiamo concordarlo in genere e numero con la persona a cui si riferisce:

genere/numerosingolare plurale
maschilebuonobuoni
femminilebuonabuone
ATTENZIONE! Questo aggettivo a volte può anche prendere la forma “buon”

Mia nonna era una persona molto buona, era sempre gentile con tutti.

2- Se usato in riferimento a oggetti, invece, vogliamo dire che queste cose hanno un buon sapore o delle buone qualità.

Questa è la carbonara più buona che abbia mai mangiato! (ha un buon sapore)

Questo è davvero un buon libro per imparare l’italiano. (qualità)

3- Possiamo utilizzarlo per augurare qualcosa a qualcuno:

Buon lavoro!

Buona domenica!

Buono studio!

Buona giornata!

Bravo

Bravo è un altro aggettivo che, però, si può SOLO utilizzare con esseri viventi (non con oggetti!) per indicare che sono capaci a fare qualcosa, che hanno un talento (suonare la chitarra, parlare italiano, cucinare, ecc.)

Anche questo, essendo un aggettivo deve essere concordato in genere e numero con la persona/cosa a cui si riferisce:

genere/numerosingolare plurale
maschilebravobravi
femminilebravabrave

Maria Rita è proprio una brava ragazza!

Bobby é un bravo cane.

Uso di bravo + preposizioni

1- Bravo + in

È usato per indicare che si è competenti, abili in una materia o disciplina:

Luca è bravo in inglese.

2- Bravo + a

É usato con un verbo all’infinito:

Mio marito è bravo a sciare.

3-  Bravo + con

È usato con oggetti e persone:

Matteo è davvero bravo con i bambini.

Approfondimento: Buono o Bravo?

Bravo è usato SOLTANTO con persone e animali (esseri viventi), mentre buono può essere usato sia con persone che con oggetti. Adesso dovrebbe essere più semplice per te decidere quale aggettivo usare:

Si dice “un buon piatto”, NON “un bravo piatto”

ATTENZIONE!! Un bravo ragazzo/un buon ragazzo sono espressioni molto simili e possiamo usare indifferentemente l’uno o l’altra. Ma un ragazzo buono/un ragazzo bravo sono diversi, hanno un significato differente. La prima espressione significa che è un ragazzo gentile che non farebbe male ad una mosca, mentre la seconda significa che è un ragazzo che agisce sempre in maniera corretta.

Buono diventa buon con i nomi maschili. Se il nome maschile comincia con s + consonante, pn, gn, ps, z, o x allora possiamo usare entrambe le forme.

Buon Capodanno!

Buon lunedì!

Buon o buono studio!

Ma non è finita! Buono può anche essere un sostantivo, quindi fate attenzione! 🙂 I buoni sono quelle cose che ti permettono di avere dei sconti negozi, i cosiddetti anche voucher.

Bene

Come detto all’inizio, bene è un avverbio, in particolare un avverbio di modo ed è proprio per questo motivo che ha solo una forma e non cambia mai: perché è riferito al verbo, non al nome!

Mio marito è un ottimo cuoco, sa cucinare veramente bene!

Mi piacerebbe parlare bene l’ italiano ma dovrei studiare di più!


Abbiamo visto e approfondito come usare bello, bravo, buono e bene in italiano, adesso non avete più scuse per sbagliare! 😀 Se l’articolo vi è piaciuto e siete interessati a ricevere molte più lezioni di italiano allora prendete in considerazione la possibilità di iscrivervi alla mia newsletter:

Grazie di vero cuore, ci vediamo alla prossima lezione! 🙂


Follow me:

One thought on “Bello, buono, bravo o bene?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: